SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE 69.90 €

I GRANDI VINI ROSSI TOSCANI

vini rossi toscaniI grandi vini rossi toscani: Supertuscan, Brunello di Montalcino, Chianti, Bolgheri

Vini rossi Toscani: un'eccellenza del territorio.

La Toscana è uno scrigno di eccellenze e i vini rossi toscani sono una di queste.
Noti e apprezzati in tutto il mondo, i vini rossi toscani nascono da vitigni variegati presenti in tutta la regione, ognuno ambasciatore delle specificità del territorio cui appartiene e della tradizione dei suoi viticoltori.
La nostra storia di produzione e vendita ci lega da sempre al territorio e ci spinge a valorizzare questo straordinario frutto della terra, di cui ci sentiamo custodi e promotori.

Curiosità sulla storia del vino in Toscana

La storia del vino rosso toscano affonda le radici addirittura nel VIII secolo a. C., con l’introduzione nelle nostre zone della vitis vinifera da parte dei Greci e lo sviluppo della sua coltivazione per mano degli Etruschi. Le anfore vinarie etrusche diventarono ben presto richiestissime nel Mediterraneo.
I vinattieri furono una delle più importanti corporazioni della Firenze del Duecento, piena di osterie e banchi per la vendita del vino. Nel 1282 i vinattieri divennero arte autonoma con sede in Palazzo Bartolommei-Buschetti e scelsero come stemma il calice rosso in campo bianco, stemma che si può vedere ancora oggi scolpito sulla facciata. Lo statuto indicava che il prezzo del vino venisse fissato ogni tre mesi dalle autorità e che durante la vendemmia fosse più basso, così da favorire la vendita del vino novello. Non si poteva nemmeno vendere pane troppo salato, per non indurre troppo la sete.

storia del vino rosso toscano Vitis Vinifera, anfora viniera etrusca, stemma Vinattieri

Denominazione vini toscani

Sono più di 40 le DOC in Toscana

Sono varie le denominazioni di origine controllata presenti in Toscana che garantiscono elevati standard qualitativi.
Il primo disciplinare sulla DOC (Denominazione Origine Controllata) risale al 1963. Poi la legge n. 164 del 1992 sulla disciplina delle denominazioni d’origine dei vini ha dettagliato i parametri di produzione, vinificazione e affinamento e ha introdotto in Italia la denominazione IGT (Indicazione Geografica Tipica), meno vincolante di DOC e DOCG.
Il disciplinare DOCG (Denominazione Origine Controllata Garantita) riguarda anche l’imbottigliamento e solo pochissime etichette di pregio lo soddisfano. Fu proprio un vino toscano a ottenere questo riconoscimento nel 1980, il Brunello di Montalcino.
I “Super Tuscan” (termine coniato da Robert Parker, critico enologico statunitense, nel 1978), sono vini rossi prodotti in Toscana che volutamente non rispettano le tradizioni e le regole tipiche del Chianti Classico, usando altri tipi d’uva, specialmente Cabernet Sauvignon (ma anche Merlot e Syrah), in aggiunta o al posto del tradizionale Sangiovese. Si tratta ad esempio del Sassicaia o del Tignanello. Non vengono quindi classificati come DOCG. In origine venivano venduti con la semplice dicitura di “vino da tavola”. Nel 1992 molti produttori di “Super Tuscan” aderirono alla denominazione IGT.
Oggi sono vini di pregio famosi in tutto il mondo, strutturati, longevi, corposi.
Nelle oltre quaranta denominazioni di origine controllata della Toscana, spiccano in particolare il Chianti, il Brunello di Montalcino e il Bolgheri.

Il Chianti

Il Chianti, la prima Docg per estensione, è nota sin dai tempi di romani ed etruschi e presenta una serie di sottosezioni di produzione, di cui la più antica è il Chianti Classico Docg. Il vitigno dà vita a vini per ogni occasione. Nelle loro varie declinazioni sono sempre ottimi, in particolare con ragù di carne, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati.
Il Chianti, come oggi lo conosciamo, è frutto di una ricetta del barone Bettino Ricasoli, che nel Castello di Brolio, a Gaiole in Chianti per l’appunto, decise di replicare quanto appreso in Francia, mischiando tre diversi vitigni, il Sangiovese, il Trebbiano e il Canaiolo. Oggi tutti i Chianti sono composti da vitigni Sangiovese, Canaiolo, Trebbiano, Malvasia bianca, Sauvignon e Merlot. La percentuale delle uve può cambiare da vino a vino, ma da disciplinare il Sangiovese (che può essere vinificato anche in purezza) deve essere tra il 70 e il 100%.
I vini Chianti devono essere ottenuti da uve prodotte nelle zone di Rufina, Colli Fiorentini, Montalbano, Montespertoli, Colli Senesi, Colli Aretini, Colline Pisane.

Enoteca di Vinci

Chianti Riserva DOCG 2016 - Renato Masoni

Chianti Riserva Renato Masoni è composto prevalentemente da uve Sangiovese raccolte a mano da vecchi vigneti degli anni 1985 e 2001. Il vino che ne deriva è di raffinata bontà, pienezza ed eleganza con grandi potenzialità di affinamento. Sublime con carni rosse, carni in umido, stufati e formaggi ben stagionati.

 9,85  12,00

Chianti Riserva Renato Masoni è composto prevalentemente da uve Sangiovese raccolte a mano da vecchi vigneti degli anni 1985 e 2001. Il vino che ne deriva è di raffinata bontà, pienezza ed eleganza con grandi potenzialità di affinamento. Sublime con carni rosse, carni in umido, stufati e formaggi ben stagionati.

Cantine Leonardo da Vinci

Chianti Riserva DOCG 2010 - Casale di Valle

Ottenuto da uve Sangiovese raccolte in zone di particolare pregio. Colore rosso rubino intenso, gustoso e avvolgente. Accompagna arrosti di carni rosse, brasati e selvaggina.

 9,85  15,00

Ottenuto da uve Sangiovese raccolte in zone di particolare pregio. Colore rosso rubino intenso, gustoso e avvolgente. Accompagna arrosti di carni rosse, brasati e selvaggina.

Enoteca di Vinci

Chianti DOCG 2019 - Renato Masoni

Chianti DOCG Renato Masoni viene prodotto con le migliori uve atte alla produzione del Chianti, provenienti da vigneti di proprietà e conferite dai piccoli vignaioli del Montalbano. Delizioso per l'uso quotidiano, valorizza salumi e formaggi di media stagionatura, perfetto con grigliate miste di carni bianche.

 7,38  9,00

Chianti DOCG Renato Masoni viene prodotto con le migliori uve atte alla produzione del Chianti, provenienti da vigneti di proprietà e conferite dai piccoli vignaioli del Montalbano. Delizioso per l'uso quotidiano, valorizza salumi e formaggi di media stagionatura, perfetto con grigliate miste di carni bianche.

Cantine Leonardo da Vinci

Chianti Riserva DOCG 2015 - Da Vinci

Sicuramente l'ultima migliore annata della selezione da Vinci. Chianti riserva di carattere, ancora molto giovane con importanti potenzialità di invecchiamento. Consigliato con sughi di selvaggina.

 13,90  16,50

Sicuramente l'ultima migliore annata della selezione da Vinci. Chianti riserva di carattere, ancora molto giovane con importanti potenzialità di invecchiamento. Consigliato con sughi di selvaggina.

i grandi vini rossi toscani - brunello di montalcinoi grandi vini rossi toscani - brunello di montalcino

Il Brunello di Montalcino DOCG

E il più giovane Rosso di Montalcino DOC

Il Brunello di Montalcino è una delle maggiori espressioni del Sangiovese. La zona di Montalcino era nota per i suoi vini fin dal 1550 per via del suo microclima eccellente. Scriveva infatti il frate bolognese Leandro Alberti, nella sua “Descrittione di tutta Italia”, che Montalcino era “molto nominato nel Paese per li buoni vini chi si cavano da quelli ameni colli”.
A metà dell’Ottocento le intuizioni di un chimico farmacista quale Clemente Santi e le capacità e l’amore per il vino di Giuseppe Anghirelli, Tito Costanti e Camillo Galassi, portarono alla selezione del vitigno Sangiovese Grosso, il più indicato per produrre un vino di alta qualità.
Il Brunello fu poi codificato da Ferruccio Biondi Santi, che vinificò il Sangiovese da solo e lo affinò per lunghi anni in botte, creando un vino corposo, intenso e vellutato. Nella tenuta di famiglia, “Il Greppo”, è conservata la bottiglia più antica, risalente al 1888. Il Brunello è un vino di grande struttura, perfetto per l’affinamento. Ha un intenso color rubino e gusto asciutto, perfetto con un altro grande classico toscano, la bistecca alla fiorentina.

Cantina di Montalcino

Brunello di Montalcino DOCG 2011 - Casale di Valle

Casale di Valle Brunello di Montalcino è un vino elegante e corposo ottenuto da uve Sangiovese in purezza provenienti dalle colline di Montalcino. Ottimo se abbinato a piatti di cacciagione, stufati e formaggi stagionati.

 25,90  28,00

Casale di Valle Brunello di Montalcino è un vino elegante e corposo ottenuto da uve Sangiovese in purezza provenienti dalle colline di Montalcino. Ottimo se abbinato a piatti di cacciagione, stufati e formaggi stagionati.

Cantina di Montalcino

Verticale Brunello di Montalcino DOCG 2008 - 2009 - 2010 (cassetta legno)

Verticale di Brunello di Montalcino di prestigiose annate quali la 2010. Una degustazione di "gemelli diversi" tipicamente abbinati a carni rosse e selvaggina ma anche in conversazione e meditazione.

 110,00  124,00

Verticale di Brunello di Montalcino di prestigiose annate quali la 2010. Una degustazione di "gemelli diversi" tipicamente abbinati a carni rosse e selvaggina ma anche in conversazione e meditazione.

Enoteca di Montalcino

Rosso di Montalcino DOC 2019 - Renato Masoni

Rosso di Montalcino Renato Masoni è prodotto utilizzando esclusivamente uve Sangiovese come da disciplinare. Vino fresco vivace e molto ben equilibrato in tutte le sue parti. Ottimo anche a tutto pasto, sughi di carne e favoloso con grigliate e arrosti.

 10,20  12,00

Rosso di Montalcino Renato Masoni è prodotto utilizzando esclusivamente uve Sangiovese come da disciplinare. Vino fresco vivace e molto ben equilibrato in tutte le sue parti. Ottimo anche a tutto pasto, sughi di carne e favoloso con grigliate e arrosti.

Enoteca di Montalcino

Brunello di Montalcino DOCG 2016 - Renato Masoni

Brunello di Montalcino Renato Masoni 2016 si esprime in tutta la sua freschezza; ancora giovane, ma che già da adesso esprime tutta la sua potenza, complessità ed eleganza. Abbiamo voluto dedicare questa annata e questo vino al nostro storico, socio conferitore e presidente della nostra cooperativa perche è anche grazie ad essi se oggi la nostra cantina ed i nostri vini sono conosciuti in tutto il mondo.

 28,30  33,00

Brunello di Montalcino Renato Masoni 2016 si esprime in tutta la sua freschezza; ancora giovane, ma che già da adesso esprime tutta la sua potenza, complessità ed eleganza. Abbiamo voluto dedicare questa annata e questo vino al nostro storico, socio conferitore e presidente della nostra cooperativa perche è anche grazie ad essi se oggi la nostra cantina ed i nostri vini sono conosciuti in tutto il mondo.

I vini rossi di Bolgheri

Bolgheri DOC e Bolgheri Sassicaia DOC

Da Bolgheri espressione dei territori della Costa toscana degli Etruschi, arrivano importanti etichette. Le zone attorno a Castagneto Carducci e al famoso viale dei cipressi che porta al castello del borgo, danno vita alla Denominazione Bolgheri DOC, con vini come l’Ornellaia, il Masseto, il Grattamacco. Tipicamente si basano sul taglio Cabernet (Sauvignon e Franc) e Merlot, insieme a Syrah, Petit Verdot e in rari casi da Sangiovese. Si trovano anche monovarietali con una delle tre uve principali.
Sono vini che variano dal rubino al granato, con aromi fruttati e speziati e tannini morbidi e maturi. Vini perfetti per abbinamenti con carni bianche e rosse.
Qui nasce anche il Sassicaia – ovvero il Supertuscan nato nel 1968 – che ha una DOC a sé, la DOC Bolgheri Sassicaia. Il Marchese Mario Incisa della Rocchetta attorno al 1940 si rese pioniere di una scelta controcorrente. Al tempo solo il Chianti Classico poteva fregiarsi della certificazione DOC. Con l’aiuto dell’enologo Giovanni Tachis, il Marchese sperimentò nuove strade per ritrovare un gusto che gli ricordasse i grandi Bordeaux francesi che aveva assaggiato durante i suoi viaggi. Vini che nascevano sui terreni sassosi della zona di Graves, vicino a Bordeaux, simili a quelli di Bolgheri. Terreni che però non erano molto adatti per i vitigni Sangiovese. Si rivelarono invece perfetti per uve non autoctone di taglio bordolese come Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Così iniziò la messa a terra di questi vitigni, scoprendo nuove potenzialità della zona. La storia del Sassicaia è quella di un riscatto clamoroso. Per anni il Marchese produsse un vino che non veniva nemmeno commercializzato fino agli anni Sessanta, viste le critiche che suscitava sovvertendo le regole del Chianti. Bevuto troppo giovane, infatti, appariva ruvido e rustico. Ma bastava lasciarlo affinare a lungo per scoprire il pregio eccezionale.
Poi la svolta. Nel 1978 Hugh Jonhson inserì il Sassicaia in una degustazione alla cieca organizzata a Londra e il Sassicaia vinse. E da allora è diventato il mito che noi tutti conosciamo.

Podere Sette

Bolgheri Doc Superiore 2017 - Il Superbo

Bogheri Superiore ottenuto da uve 85% Cabernet Franc e 15% Cabernet Sauvignon provenienti dai vecchi e migliori vigneti della proprietà. Vino dal carattere distintivo, deciso ed armonico con grandi prospettive per il futuro. Si abbina perfettamente a formaggio semistagionati, carni rosse, sughi di selvaggina.

 33,00

Bogheri Superiore ottenuto da uve 85% Cabernet Franc e 15% Cabernet Sauvignon provenienti dai vecchi e migliori vigneti della proprietà. Vino dal carattere distintivo, deciso ed armonico con grandi prospettive per il futuro. Si abbina perfettamente a formaggio semistagionati, carni rosse, sughi di selvaggina.

Podere Sette

Bolgheri Rosso DOC 2018 - L'Invidio

Un vino rosso che rappresenta al meglio la pontenzialità del territorio di Bolgheri. Corposo, netto con un tocco di freschezza e di buona persistenza gustativa, si consiglia di abbinarlo con primi al sugo di carne, arrosti e formaggi semi stagionati.

 18,70

Un vino rosso che rappresenta al meglio la pontenzialità del territorio di Bolgheri. Corposo, netto con un tocco di freschezza e di buona persistenza gustativa, si consiglia di abbinarlo con primi al sugo di carne, arrosti e formaggi semi stagionati.

Marchesi Antinori

Bolgheri rosso DOC 2019 - Il Bruciato -Tenuta Guado al Tasso

Prodotto da uve Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah nella Tenuta Guado al Tasso di Bolgheri. Il vino viene affinato per circa 8 mesi in piccole botti. Ottimo con grigliate di carni bianche e rosse.

 19,40  19,90

Prodotto da uve Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah nella Tenuta Guado al Tasso di Bolgheri. Il vino viene affinato per circa 8 mesi in piccole botti. Ottimo con grigliate di carni bianche e rosse.

Tenuta San Guido

Bolgheri Sassicaia DOC 2016 - Tenuta San Guido

Senza dubbio uno dei più celebri vini d'Italia e del Mondo. L'annata 2016 eletto miglior vino al Mondo nella prestigiosa guida Wine Spectator. Si sposa bene con carni rosse e cacciagione ma predilige piatti a base di cinghiale.

 331,50

Senza dubbio uno dei più celebri vini d'Italia e del Mondo. L'annata 2016 eletto miglior vino al Mondo nella prestigiosa guida Wine Spectator. Si sposa bene con carni rosse e cacciagione ma predilige piatti a base di cinghiale.

0